ABCFormazione Corsi di grafica e web a Roma

Il blog di ABCFormazione

Come muovere i primi  passi nel mondo della grafica

Come muovere i primi passi nel mondo della grafica

 

Come trovare il primo lavoro nel mondo della grafica è la domanda che ci porremo tutti prima o poi. In genere questo avviene subito dopo aver terminato gli studi di grafica pubblicitaria o web design.

Come ci possiamo inserire quindi subito nel mondo del lavoro?

Cosa succede quando non si ha la possibilità di aderire all'iniziativa Job Placement come quella che mette a disposizione AbcFormazione? Come muovere i primi passi e prendere il primo lavoro o farsi assumere?

 

Queste domande sono tutte lecite e spesso non trovano una risposta concreta. Il motivo è semplice: non esiste una ricetta segreta per trovare lavoro. Si tratta di un insieme di elementi che si incastrano in un determinato periodo di tempo e noi possiamo controllare solo alcuni di questi. La buona notizia è che se siamo pronti e abbiamo il controllo di questi pochi elementi, aumentiamo in modo smisurato le probabilità di ottenere un'impiego nel campo della grafica...e per grafica intendo anche il web design e tutte le sfumature affini.

 

Esempi di quello che sappiamo fare

Come prima cosa è fondamentale avere degli esempi di quello che siamo in grado di fare. In gergo, questo si chiama avere un Portfolio. Un portfolio è un'insieme di progetti, fatti per piacere personale o su commissione (in questa fase non ha nessuna importanza quale dei due), che possano mostrare al potenziale committente o datore di lavoro, cosa sappiamo fare e come possiamo essere utili all'azienda in questione.

 

Cercate di costruire un portfolio il più possibile unico e qualitativamente al massimo delle vostre capacità attuali. Non preoccupatevi se i vostri progetti non sono come quelli dei professionisti, anche voi un giorno arriverete a quei livelli. Concentratevi nel dare il massimo di voi stessi e di quello che sono le vostre capacità ora, in questo preciso momento.

La buona notizia è che chi vi assume, capisce che siete alle prime armi e in genere, è in grado di vedere oltre e intravedere in voi la stella che diventerete. 

Quando ho trovato il mio primo impiego, sicuramente non ero bravo come oggi. Bisogna partire in modo umile, puntare al massimo della qualità personale possibile e curare ogni progetto nei minimi dettagli. Non puntate alla perfezione, altrimenti rischiate di non finire mai il vostro portfolio. Puntate a terminare i progetti in modo che su una scala da 0 a 10, corrispondando almeno ad un bel 8 pieno.

Man mano che migliorerte, eliminerte dal vostro portfolio i vecchi progetti e ne inserite di nuovi, migliori. Il punto di tutta la situazione è quello di creare una gallery di progetti, che siano lo specchio delle vostre capacità reali. Cercate di essere originali e impostate i progetti in modo che il potenziale cliente o datore di lavoro, intraveda "quel qualocosa" che cerca per la sua agenzia.

 

Ad esempio quando trovai 17 anni fa il lavoro nella prima web agency in cui ho lavorato, il mio punto di forza èra l'animazione 2D con Flash e la conoscenza della grafica 3D. Pur non essendo eccellente, avevo delle skills appetibili ad un'agenzia di comunicazione che avrebbe potuto rivendere ai propri clienti, le mie competenze. Infatti il primo lavoro che mi fu assegnato, fu la intro animata del sito web della Jaguar. 

Ero più bravo degli altri web designers appassionati come me? Forse si, forse no. Avevo una caratteristica unica e diversa dagli altri? Sicuramente si.

Seguite la vostra passione e sviluppate i vostri punti di forza e comunicateli in modo che i potenziali datori di lavoro li possano notare! 

 

Umiltà e determinazione

Quello che dovete sapere è che quando inviate un curriculum ad un'agenzia, le vostre chance di essere assunti sono davvero minime. Ecco i principali motivi:

  1. Non è detto che quella agenzia stia assumendo in quel preciso momento. Chi sa perchè, agli inizi, tutti pensiamo che se siamo stati rifiutati è perchè non siamo bravi. Spesso invece è completamente diverso. Semplicemente quella società non sta assumendo, sta bene cosi come sta. Questo punto è molto importante da capire e ci porta al punto due.
  2. Inviate il vostro curriculum o portfolio (possibilmente sempre aggiornato) alla stessa agenzia una volta ogni 3 mesi. Cercate di farvi notare, ogni volta che realizzate un nuovo progetto, inseritelo nel vostro portfolio e siate certi di far sapere a chi inviate il portfolio, di questo update. Io ad esempio quando lancio un nuovo progetto, scrivo una mail a tutti i miei clienti ed agenzie con cui collaboro e gli dico una cosa come:"Ehi, ecco il mio ultimo progetto! ..." e segue una mail di promemoria del fatto che esisto e sono disponibile per collaborare. Le agenzie lavorano con tantissimi Freelance, e un promemoria ogni tanto, può fare la differenza...stesso vale per chi sta cercando il primo lavoro. Se vi farete notare, le vostre probabilità di essere assunti, salgono in maniera che nemmeno potete immaginare.
  3. Siate umili, non abbiate "fretta". Accettate il fatto che siete agli inizi e che dovete crescere. Ricordate che la cosa più importante è uscire dal corso che state frequentando con un portfolio di almeno 5-6 pezzi. Tenetelo a mente, avete tempo per raggiungere la quasi perfezione. ;-)
  4. Andate al colloquio di lavoro curati, puliti e sorridenti. Nessuno ama persone apatiche, antipatiche o mezze smorte. Ci vuole un minimo di carisma. Potete essere i più bravi al mondo, ma se la vostra streatta di mano è moscia e avete lo sguardo triste e stanco, state già perdendo in partenza. 

Collaborate

Entrare in una o più community web e collaborate con gli altri colleghi e artisti come voi. Siate attivi e partecipate. State attenti a scegliere la giusta community, alcune sono composte da persone frustrate che non faranno altro che buttarvi giù, in particolare su Facebook questa pratica è molto diffusa. Osservate il gruppo sul quale state, e cercate di sceglierne uno in cui ci sia professionalità, zero polemica, discorsi costruttivi, feedback ragionati e utili. Evitate i gruppi in cui si chatta dalla mattina alla sera, vuol dire che è pieno di gente che non ha niente da fare tutto il giorno. Voi volete crearvi una professione, per le chiacchiere potete andare al pub la sera con gli amici.

 

Dove trovo il lavoro?

Il lavoro spesso si trova per passaparola oppure online. Certo, forse esistono ancora dei giornali con gli annunci di lavoro, ma direi che oggi, la scelta migliore sia decisamente il web. Se volete essere un freelance, in questo articolo do dei consigli specifici per questa categoria. Oggi parleremo di come entrare in un'agenzia e quindi, da dove iniziamo?

  1. Fate sapere a tutti i vostri amici e conoscenti cosa fate. Se tutti sanno che fate il web designer, ad esempio, se gli capita di sentire di un'offerta di lavoro, potrebbero comunicarvelo. Spesso succede, credetemi...anzi, è una pratica diffusa tra colleghi, di passarsi i lavori, creando cosi una rete forte e professionale, basata sull'amicizia, rispetto e professionalità.
  2. Cercate sui siti degli annunci di lavoro, ci sono centinaia di migliaia di annunci di lavoro. Fate attenzione a scartare quelli dalle pretese ridicole e non scoraggiatevi. Il web è pieno di cose più o meno buone, bisogna avere pazienza.
  3. Cercate su google tutte le agenzie o società che si occupano di quello che fate voi e inviate direttamente il vostro portfolio o curriculum. Ricordate di far sapere all'azienda cosa potete fare per loro e perchè dovrebbero assumervi. Non parlate solo di voi stessi, impostate il tono in modo che il vostro interlocutore capisca che ha da guadagnarci nel collaborare con voi o assumervi. Anche qui, abbiate pazienza e non demordete. Ci vuole tempo.
  4. Chiede ai vostri amici o contatti che già lavorano, se la loro agenzia non sta assumendo o se vi possono passare il contatto del responsabile delle assunzioni. In questo modo potreste ottenere un colloquio basato su una referenza e prendere una specie di scorciatoia. State attenti però ad andare realmente preparati al colloquio, sopratutto per non far fare brutta figura al vostro amico che vi ha introdotto e si è esposto in qualche modo per voi.
  5. Anche si vi sembrerà assurdo, inviate il vostro portfolio alle più grandi agenzie di pubblicità, sono proprio queste ultime che spesso assumono volentieri nuove leve, per farle crescere poi dentro l'agenzia. 

 

Ci vuole tempo

Ci siamo passati tutti, ricordatelo. Abbiamo fatto la gavetta, siamo stati sfruttati, abbiamo capito come funziona. Ci vuole tempo e determinazione. Sfruttate i momenti di "libertà" per affinare le vostre conoscenze e migliorare costantemente le vostre competenze. Come si dice...pensate a spaccare di brutto e vedrete che col tempo i risultati arriveranno. 

 

In bocca al lupo!! Ci leggiamo al prossimo articolo! 

 

Questo articolo ti è piaciuto? Non perderti le pubblicazioni successive, iscriviti alla newsletter!

  • Come muovere i primi passi nel mondo della grafica consigli lavoro